MENU

Storia dell’associazione

Natisone Outdoor nasce a fine 2016 dal bisogno di dare continuità agli sforzi fatti in occasione del Giro d’Italia 2016 quando il territorio rappresentato è stato letteralmente catapultato nell’interesse mediatico mondiale.
La tappa del Giro d’Italia del 2016 e diverse altre manifestazioni sportive che vengono realizzate nell’area, come la Granfondo per Haiti  di ciclismo, la gara di mountain bike che scende lungo le pendici del Monte Matajur denominata Matadown hanno attratto moltissimi ciclisti innamoratisi in seguito della zona. Ciclisti che la frequentano assiduamente visto la predisposizione del territorio per il turismo attivo, il traffico inesistente, i bellissimi trail e l’atmosfera autentica.

L’Associazione, presieduta da Eva Piccaro e da Roberta Bortolò, ha l’obiettivo di promuovere questo fantastico territorio cercando di metterlo in evidenza nel panorama turistico europeo.

La consapevolezza di un territorio molto ricco di risorse turistiche e allo stesso tempo ancora selvaggio e genuino da all’Associazione Natisone Outdoor lo stimolo per fare bene a un territorio che merita molto.
Molti sono stati i risultati raggiunti in due anni di attività, la realizzazione di due cartine tematiche che hanno unito un territorio eterogeneo e molti video che riassumono la bellezza dei luoghi in primis.
L’innovativo tracciato dedicato alle E-bike di 210 km e con ben 21 punti di ricarica denominato Bluenergy E-Bike Route, realizzato con l’omonima azienda ha portato un’innovazione importante sul territorio portandola avanti rispetto alle nuove tendenze ciclistiche.

 

con-il-sostegno